Il Nostro Passato : I NOSTRI CREATORI


Sistema Solare 603 61549.jpg

Facciamo ora un grande salto indietro nel tempo, esattamente a circa 400.000 anni fa, alla scoperta dei nostri creatori. Quanto state per leggere vi potrà sembrare assurdo, lascio a voi ed alla vostra fantasia discernere quanto segue. 

Cercheremo ora di assemblare le teorie di Thot e di Zecharia Sitchin. Sitchin è convinto che nel nostro sistema solare ci sia un’altro pianeta, chiamato Suberian Nibiru, che ha un’orbita ellittica simile a quella di una cometa. Suddetto pianeta per compiere un’intera orbita intorno al sole impiegherebbe 3600 anni. la popolazione di questo pianeta, chiamata Nefilim, venne sulla Terra 400.000 anni fa. Thot non sa il perchè, ma Sitchin dichiara che avevano bisogno di oro per la loro atmosfera.

Sul suo libro intitolato la Genesi, Sitchin asserisce che sul loro pianeta Nibiru gli Anunnaki/Nefilim stavano affrontando una situazione che presto capiterà anche noi sulla Terra: un deterioramento ecologico che rendeva la vita sempre più insostenibile. Avevano bisogno di proteggere la loro atmosfera e l’unica soluzione sembrava quella di sospendere particelle d’oro sopra di essa come uno scudo.

Giunti quindi sulla Terra per estrarre l’oro, attività che fecero fare a dei minatori da loro portati e resi in schiavitù, ma che, dopo 200.000 anni si ribellarono e smisero di fare quel lavoro sottomesso. A quel punto i Nefilim decisero di creare una razza sottomessa (cioè noi) per estrarre l’oro al loro posto. E’ interessante notare che in Sud Africa nelle più antiche miniere d’oro conosciute, gli archeologi hanno trovato le ossa di Homo Sapiens e manufatti che risalgono ad un periodo che va dal 100.000 al 50.000 avanti Cristo. Secondo Sitchin siamo stati creati dai Nefilim circa 300.000 anni fa, ma Thot è molto più preciso, afferma infatti che fummo creati esattamente 200.209 anni fa. (Calcolando questa data dal 1994).

Sitchin pensa che siamo stati creati dai Nefilim attraverso degli esperimenti genetici ma, secondo Thot, non avrebbero potuto fare una cosa del genere da soli. Dovettero ricevere un aiuto al di fuori del siastema solare. L’aiuto esterno venne da una fonte che già conosciamo, ed esattamente ad aiutare i Nefilim furono gli abitanti di Sirio. Gli abitanti di Sirio per prima cosa atterrarono nell’oceano ed emersero in una forma per metà pesce e per metà umana (queste erano le loro caratteristiche fisiche). Andarono subito in fondo al mare, dove presero contatto con i delfini, perchè possedevano un livello di consapevolezza simile al loro. A un certo punto , secondo Thot gli abitanti di Sirio decisero di andare via, ma vollero lasciare comunque un certo livello di consapevolezza. sette di questi esseri lasciarono il loro corpo fisico e formarono delle sfere di consapevolezza. si fusero nel seme della vita e crearono un ovulo. quando i 7 esseri si legano geometricamente in questo modo per formare il seme della vita, scaturisce una fiamma alta due metri di un colore bianco bluastro. E’ fradda ma ha l’aspetto di un fuoco, ai tempi fu posta nelle Camere di Amenti.

Le camere di Amenti sono un luogo antichissimo, costruito più di cinque milioni e mezzo di anni fa. Nessuno sa esattamente quanto siano antiche ne chi le ha costruite, a causa di un  evento che cancellò gli archivi akasici del pianeta.

Le camere di Amenti sono in realtà un varco dimensionale nello spazio, simile a un ventre materno. Tale varco è sempre situato in un sovratono dimensionale 

superiore al livello vibrazionale della Terra. solitamente è collocato a 700.000 chilometri nello spazio, ma durante l’era di Atlantide si trovava sulla terra. Ora si trova a 1600 chilometri all’interno della terra. 

La preparazione simultanea di questa creazione o trans-inseminazione fu effettuata su Sirio B o, più precisamente sul terzo pianeta orbitante intorno a Sirio B. Li vi erano 16 maschi e 16 femmine che formavano una famiglia, su Sirio B viaggiarono sino a raggiungere la Terra e si diressero verso la fiamma delle camere di Amenti. Si distesero fondendosi con la fiamma. Il loro periodo di concepimento durò 2000 anni. Queste due razze separate furono coinvolte nella nostra creazione. Una proveniente da Nibiru (i Nefilim) e una proveniente da Sirio.

Secondo l’interpretazione di Sitchin dei testi sumeri del dodicesimo pianeta, dopo che i Nefilim ci crearono per lavorare nelle miniere d’oro in Africa, alcuni di noi furono portati in Mesopotamia per partecipare alla costruzione dei Giardini dell’Eden. Gli “dei” ci amavano perchè ci avevano creati a loro immagine, ma nel giardino dell’Eden dove i Nefilim tenevano i loro frutteti, ci fu detto di non consumare il frutto di un determinato albero, chiamato l’albero della conoscenza. A quanto pare Noi disubbidimmo, mangiammo il frutto e ottenemmo la conoscenza che ci volevano negare. Ottenere la conoscenza fu per noi un molto significativo perchè potemmo imparare a riprodurci sessualmente. Fino a quel momento eravamo degli ibridi, un incrocio tra due specie differenti e come tutti gli ibridi non eravamo appunto in grado di riprodurci. Sitchin interpreta i testi sumeri dicendo che siamo un incrocio tra i Nefilim e l’uomo Herectus, il predecessore del’Homo Sapiens. E’ grazie a Thot che abbiamo acquisito ulteriori notizie riguardo al ruolo degli esseri provenienti da Sirio.

Non c’è da sorprendersi se i Nefilim non volessero farci riprodurre, perchè questo era il modo che gli permetteva di mantenere il controllo sul loro esperimento (noi). La conoscenza acquisita mangiando il frutto proibito non era scientifica….era la nozione di come procreare, di come trasformaci da esseri ibridi a esseri in grado di riprodursi e creare una lore specie indipendente. I Nefilim si arrabbiarono e ci ordinarono di lasciare i giardini dell’Eden. Secondo gli studiosi dei testi antichi gli archivi Sumeri sono precedenti a quelli della Bibbia, e le storie della creazione biblica sembrano essere dei riassunti dei testi sumeri.

Nonostante ci avessero costretto a lasciare i giardini, i Nefilim ci permisero di coltivare le piante per alimentarci, ci dirigemmo in un’area montagnosa a oriente della Mesopotamia. Secondo Thot rimanemmo in quel luogo per molto tempo, fino a quando avvenne un importante mutamento della consapevolezza e un nuovo spostamento dei poli. Quel continente si inabissò. Molti dei sopravvissuti andarono in africa, ma i più evoluti raggiunsero Lemuria, una terra che emerse sopra le acque quando l’altro continente si inabissò.

 

Nota personale: “Di tutto questo non ci sono prove scientifiche, o almeno se ci sono, vengono tenute molto ben nascoste, ma, come potete aver riscontrato ci sono molti indizi che ci portano in questa direzione. E’ probabile che le informazioni qui riportate non siano del tutto corrette, ma è altrettanto probabile che abbiano un fondo di verità”. 
Come sapete, se avete letto la premessa al sito, l’obiettivo che mi sono proposto è di mettere insieme e divulgare le informazioni da me raccolte in anni di ricerca, attraverso libri, intuizioni, esperienze e materiale raccolto in internet. 

Il Nostro Passato : I NOSTRI CREATORIultima modifica: 2013-09-11T18:20:43+00:00da subbuteo63
Reposta per primo quest’articolo