INTERVISTA A MONIQUE MATHIEU – CHANNELING E DIMENSIONI SUPERIORI (seconda parte)

– Stiamo parlando di quarta dimensione e di channeling in compagnia di Monique Mathieu. Molti ascoltatori ci chiedono “qual è il senso, lo scopo della vita?”. Immagino che attraverso i messaggi abbia ottenuto magnifiche risposte a questa domanda.

M. Noi siamo venuti sulla Terra con un nostro programma ben specifico, e lo scopo della vita nella materia, soprattutto nella materia della terza dimensione, nella densità, è di far evolvere l’anima grazie a tutte le esperienze che qui viviamo, sia che si tratti di esperienze positive o di esperienze inferiori – non possiamo dire negative, diciamo inferiori. Ed è grazie a tutte queste esperienze difficili che si vivono nella materia densa, nella dualità, che le anime vengono forgiate ed evolvono veramente. Dobbiamo vedere la Terra come una scuola straordinaria, come una scuola che ci fa crescere, anche attraverso la sofferenza.

I nostri Fratelli di Luce dicono “voi non avreste nemmeno bisogno di crescere passando per la sofferenza, ma gli esseri umani sono così pigri che a volte sono obbligati a programmarsi delle cose difficili per riuscire ad evolvere!”. E ci dicono anche che certi Esseri Galattici ci invidiano per il coraggio che abbiamo di venire su questo mondo a vivere le tribolazioni della materia, perché molti di loro non avrebbero questo coraggio. Quindi loro dicono che tutte le anime che sono venute sulla Terra sono molto, molto coraggiose. Qui apro una parentesi: c’è chi si ribella, c’è chi dice “sì ma non è giusto perché sono malato, sono povero…” no! Quella è la programmazione che ognuno ha scelto prima di venire sulla Terra, in funzione di una propria scelta evolutiva.

– Questo lo si capisce bene se guardiamo alla teoria, anche se certamente è più di una teoria, della reincarnazione.

M. Esatto, la reincarnazione ce lo dimostra. Il concetto di reincarnazione è stato eliminato dalla nostra religione, ma rimane una cosa evidente. Altrimenti quale scopo avrebbe una vita che dura quanto un soffio? Se io non sapessi tutto quello che so mi chiederei “a che cosa serve la mia vita?”. Esistono popoli che credono nella reincarnazione, è la nostra cultura giudaico cristiana che non ci crede…

– …già, anche se sono state fatte delle indagini, come ad esempio le ricerche del professor Ian Stevenson, ci sono testimonianze di chi si è ricordato delle sue vite precedenti…

M. …assolutamente sì! Osserviamo ad esempio i buddisti, quando bisogna cercare il futuro Dalai Lama, occorre trovare il bambino nel quale si è reincarnata l’anima del Dalai Lama precedente.

– Abbiamo parlato dello scopo della vita, vorrei parlare anche dello scopo della vita nella sua interezza, nella sua totalità, cioè al di là dell’incarnazione terrestre. Mi sto riferendo all’anima, allo spirito, qual è la meta?

M. Dobbiamo pensare che noi siamo il prolungamento della Sorgente. La Sorgente ha delegato delle piccole parti di Sé stessa per poter sperimentare la materia, per cui sperimentiamo tutto ciò che la Sorgente non è in grado di sperimentare a causa della sua energia che è di straordinaria potenza. Possiamo dire che è come se un’esplosione venisse proiettata molto lontano da Sé stessa, e noi vita dopo vita, mondo dopo mondo, facciamo esperienze, dopodiché risaliamo verso la Sorgente per offrirle tutto ciò che siamo riusciti ad immagazzinare in noi, tutto ciò che siamo riusciti a sperimentare, e così arricchiamo permanentemente il Tutto.

– Ma manteniamo la nostra individualità.

M. Sì, manteniamo la nostra individualità. Abbiamo ricevuto dei messaggi da parte di entità che si sono definite gli “Informali”. All’inizio, miliardi di anni fa, gli Informali erano anime come lo siamo noi, e ci dicevano che effettivamente si scende molto in basso – non necessariamente nella vibrazione quanto nella sperimentazione – ci si carica di esperienze, si cresce sempre di più tramite le esperienze, dopodiché si ritorna alla Sorgente dove ci dicevano che ci si fonde con il Tutto, dove ci si fonde con questa Potenza Creatrice – che possiamo anche chiamare Dio o la Sorgente – conservando però la nostra esperienza anche facendo completamente parte del Tutto. Loro dicevano “noi siamo il Tutto e allo stesso tempo siamo unici”.

– Anche Nicole Dron mi diceva, in merito alla sua esperienza, che lei era tutto, lei era gli altri rimanendo allo stesso tempo Nicole. Lei diceva che neanche per un momento aveva perduto la sua individualità, il fatto di essere Nicole.

M. Certo, perché è una cosa che ci appartiene, come dicevo si tratta di un’esperienza che va ad arricchire il Tutto. Effettivamente ci si arricchisce mano a mano che si risale. E’ straordinario! E’ per questo che la vita in quanto tale è una cosa straordinaria! A partire dal momento in cui concepiamo la vita così come deve essere concepita, diventa assolutamente straordinaria.

– Si parla molto di quarta dimensione, si dice che la Terra entrerà nella quarta dimensione, su Internet si legge di tutto e di più…

M. …sì…

– …immagino che avrà ricevuto dei messaggi su questo argomento, cosa significa che la Terra entra nella quarta dimensione e in che modo dovrebbe avvenire?

M. E’ difficile da spiegare perché non abbiamo i parametri intellettuali, ci manca la comprensione di base. Secondo quanto ci è stato detto, per semplificare dirò che ancora una volta è tutta una questione di frequenza vibratoria. La Terra si trova in terza dimensione, una dimensione densa, una dimensione di dualità, fatta di opposti. Possiamo dire che il piano di coscienza della Terra e di tutto ciò che vive su di lei così come il nostro piano di coscienza stanno per elevarsi verso un livello vibratorio diverso, verso una frequenza vibratoria molto più elevata. Questo ci permetterà di accedere ad un’altra coscienza, ad un’altra parte di noi stessi. Per un periodo di tempo che forse durerà migliaia di anni ci stabilizzeremo in quinta dimensione. La quarta dimensione è la dimensione intermedia tra la terza e la quinta. Non è una cosa semplice da attuarsi, perché si tratta di una trasformazione della materia e del nostro DNA, e tutto avviene a livello di frequenza vibratoria.

– Non è così difficile da capire.

M. Non è difficile da capire però vengono dette e mescolate molte cose poco comprensibili su questo argomento, ma in pratica si tratta di una frequenza vibratoria diversa.

– Effettivamente si sente dire di tutto. C’è chi dice che queste frequenze cambiano progressivamente ed entreremo nella quarta dimensione senza accorgercene; altri ancora dicono che nel 2014 un bel mattino ci risveglieremo e ci ritroveremo nella quarta dimensione…

M. La frequenza degli esseri umani e della Terra si sta alzando giorno dopo giorno. Anche coloro che riescono a misurare le frequenze vibratorie si accorgono che non sono più le stesse di due o tre anni fa. Perciò tutto si sta alzando sempre di più. Forse ci sarà uno stravolgimento quando si arriverà ad un punto di rottura, questo è possibile, è possibile che all’improvviso si passi in un’altra dimensione. Ad ogni modo è in atto un innalzamento progressivo per consentire giustamente alla vita di avanzare senza troppi problemi.

Molti non potrebbero sopportare di elevarsi tutto d’un colpo dalla terza alla quinta dimensione, per il tasso vibratorio del loro corpo e per il cambiamento di DNA, perché stiamo lasciando la nostra struttura carbonio per andare verso una struttura cristallo. Si tratta di cambiamenti che interessano il nostro corpo, la nostra coscienza, che interessano i nostri corpi sottili, sono tutti cambiamenti enormi, pertanto non sarebbe possibile fare questo tutto in una volta. E’ necessario procedere poco alla volta, molto gradualmente verso questi cambiamenti. Quando saremo arrivati ad un punto ben preciso, effettivamente allora potrà esserci un capovolgimento.

– Che cosa pensa di questa teoria del 2014?

M. Guardi, mi sta dicendo qualcosa di cui non sono per nulla al corrente. Di questo non abbiamo assolutamente mai parlato.

– Prima ci hanno assillati con la data del 2012, adesso è la volta del 2014…

M. Tutto l’insegnamento che abbiamo ricevuto ci ha sempre detto che nel 2012 non sarebbe successo nulla. Ho sentito parlare di canali che indicavano la data del 2025, del 2040, ecc., non possiamo scherzare su queste cose. Bisogna fare attenzione alle informazioni che si ricevono, perché il problema di oggi è che i canali molto spesso non sanno se stanno canalizzando i piani dell’astrale, se stanno canalizzando dei piani affidabili, anche per quanto riguarda gli extraterrestri ecc. Se il canale non possiede un’interiorità di canalizzazione solida, non è colpa del canale se dice di ricevere certe informazioni, la colpa è di chi entra in contatto con lui.

– Che cosa ci porterebbe la quarta dimensione di diverso rispetto allo stato in cui siamo nella nostra attuale terza dimensione?

M. Nella quarta e nella quinta dimensione la vita non sarà più concepita allo stesso modo di prima. Naturalmente saremo sempre degli umanoidi, ma non ci sarà più un mondo di dualità, quindi non avremo più bisogno di conoscere il male per apprezzare il bene.

Fin dall’inizio della mia attività di canalizzazione, ho visto che nella quinta dimensione ci sarà un secondo Sole; mi hanno sempre fatto vedere un secondo Sole che arrivava nel nostro sistema solare. I sistemi solari in equilibrio spesso possiedono due Soli; è raro che in questi casi ci sia un sistema solare con un solo Sole.

A che cosa ci porterà questo? Ci porterà che a partire dal momento in cui non vivremo più nella dualità, vivremo completamente nella fratellanza, nel rispetto, nella bellezza della vita, nell’Amore Incondizionato. Tutto questo ad alcuni può sembrare illusorio, un sogno, ma la realtà della vita è anche questa! Perciò noi stiamo andando verso questa nuova vita; in effetti possiamo dire che si tratta del paradiso terrestre.

– Immagino che vivremo sulla base di un insegnamento.

M. Sarà un insegnamento per elevare le coscienze, ma la coscienza si eleverà automaticamente perché saremo ad un livello vibratorio molto più elevato. Ad ogni modo nelle dimensioni superiori avremo più a che fare con la creazione che non con l’insegnamento. Diventeremo dei “piccoli creatori”, perché l’essere umano è un Dio in potenza; la parte divina che c’è il lui ha notevoli capacità di creazione.

– Quindi suppongo che nella quarta dimensione svilupperemo certi sensi, alcuni dicono il teletrasporto ecc., questo genere di cose.

M. Senza dubbio, non proprio in quarta perché come ho già detto è una dimensione di transito. Ad ogni modo ci sono sempre più persone che ad esempio stanno sentendo nascere in loro la facoltà della telepatia. Tutte le capacità dello spirito sono già in noi, è solo che sono velate. La saggezza divina e ciò che noi siamo al di là della parte umana hanno velato in noi queste capacità per poter vivere le esperienze nella densità e per non fare troppe stupidaggini, perché gli esseri umani così come sono attualmente, se avessero queste capacità potrebbero fare dei danni. Queste capacità saranno rese agli umani solo quando avranno acquisito la saggezza e l’amore. Fino a quando non avremo acquisito saggezza e amore, saranno queste stesse capacità a non rivelarsi a noi stessi.

– Oggi ci troviamo nel caos, penso veramente che abbiamo toccato il fondo. Durante le canalizzazioni ha ricevuto delle informazioni sullo stato della nostra società? Si dice che oggi stiamo vivendo la fine di una civiltà, la fine di un ciclo, la fine di qualcosa…

M. Questo è evidente. Di tutto quello che sta succedendo attualmente io ne sto parlando da vent’anni, e questo non era un argomento adatto all’epoca, perché quando ne parlavo venivo considerata come un uccello del malaugurio. Come dicono gli Esseri di Luce “non potete ricostruire qualcosa di stabile su delle sabbie mobili”, per cui la nostra società deve trasformarsi. In che modo deve trasformarsi? Purtroppo attraverso la difficoltà.

C’è anche chi si trova molto bene nella nostra società, per la semplice ragione che il potere, il denaro e il sesso dominano il mondo. Fino a quando tutto questo non verrà sradicato non potrà esistere una società unita nel rispetto, nella bellezza, nella fratellanza e nell’amore. La società attuale è costruita su delle basi che devono per forza crollare.

– Penso proprio che oggi ci siamo, non credo che potremo andare peggio di così…

M. Eh sì, possiamo sicuramente scendere ancora un po’ più in basso.

– Ah sì? Senza tenere conto che ormai il pianeta è malato? C’è anche tutto il discorso di protezione dell’ambiente dal nucleare, ecc.… è come se fossimo su una specie di bomba a scoppio ritardato!

M. Infatti siamo su una grossa bomba, neanche tanto a scoppio ritardato perché fra qualche tempo ci scoppierà in faccia, questo è certo.

– Allora possiamo chiederci “fino a quando andremo avanti così?”

M. Fino alla trasformazione, fino a quando ci saranno risvegli di coscienza sufficienti. Gli Esseri di Luce ci dicono spesso: “Voi siete gli artigiani del vostro futuro, voi esseri umani non potete neanche immaginare il potere creatore che avete! Se volete una società come quella in cui vivete adesso, bhè allora ve la create! Ma se voi focalizzate i vostri pensieri su una società fatta di condivisione, di fratellanza, di amore, di bellezza e di rispetto, questa si realizzerà, ma è necessario che ci sia un certo numero di esseri umani sul pianeta che desiderino profondamente un cambiamento di società.”

– Ma lo dobbiamo fare tutti insieme, perché non saranno certo una o due persone che potranno riuscire a cambiare il mondo.

M. Sì e no, perché quando avremo raggiunto la massa critica, allora il capovolgimento potrà avvenire, potrebbe anche bastare un milione di persone, oppure un milione e una persona, per far capovolgere il mondo.

– Con *Sylvie Simon si parlava del cinque per cento. *(Sylvie Simon, autrice e giornalista francese, impegnata nella lotta contro la disinformazione pubblica, in modo particolare in materia di salute ed ecologia – ndt)

M. Sì, prima si diceva tre o quattro per cento, diciamo che cinque per cento può essere la giusta percentuale; che poi il cinque per cento non è molto, oppure se vogliamo è molto ma può essere raggiunto. Il lavoro che molte persone stanno facendo, come Sylvie Simon e altre, che sono persone aperte, illuminate, ebbene tutte queste persone hanno un effetto sulla totalità, hanno un effetto sulla nostra civiltà, hanno un effetto sull’innalzamento delle coscienze. Come ho già detto, il punto di rottura può essere raggiunto dall’oggi al domani, basta un milione e una persona!

 

Fine seconda parte

 

traduzione dal francese a cura di Anna.

La riproduzione di questa traduzione  e’ libera e incoraggiata
purche’ si citi la fonte (www.LiberaMente.Co ),il traduttore (Anna) e si rispetti la Creative Commons License
INTERVISTA A MONIQUE MATHIEU – CHANNELING E DIMENSIONI SUPERIORI (seconda parte)ultima modifica: 2013-11-15T18:36:14+00:00da subbuteo63
Reposta per primo quest’articolo